Ponsat glaciale: suo al 94′ il 2-2 contro la Lavagnese

A 180′ dalla fine il Chieri resta ancora in corsa per i playoff pareggiando in extremis sul campo della Lavagnese, matematicamente retrocessa in Eccellenza dopo la gara di oggi. È Beppe Ponsat, al quarto minuto di recupero, a insaccare un penalty concesso per un fallo di Gatelli su Varvelli. La prestazione degli azzurri è stata di sostanza e qualità (ad eccezione del blackout a metà primo tempo), e probabilmente Conrotto & C. meritavano un altro risultato.
Al via Didu (senza gli squalificati Benedetto e Pautassi) conferma Bove in cabina in regia, schiera Ferrando al centro della difesa e Renolfi sull’out di sinistra. Là davanti il tridente titolare: Foglia-Ponsat-Corsini. La notizia più bella però siede in panchina e si chiama Christian Alvitrez: 167 giorni dopo l’ultima convocazione e a quasi cinque mesi dall’intervento per la ricostruzione del legamento crociato. Un recupero a tempo di record e tanta voglia di esserci in questo finale di stagione per il centrocampista mancino classe ’92, elemento la cui mancanza ha senza dubbio avuto un peso sulla stagione azzurra.
I primi 20′ del Chieri sono sontuosi, suggellati dall’eurogol al 25′ di Gabriele Balan (34 presenze e 3 gol al suo primo anno in D). Qui però il Chieri rallenta, la Lavagnese trova il pari sugli sviluppi di calcio d’angolo e poco dopo anche la rete del vantaggio: sette minuti da incubo.
Nei secondi 45′ c’è solo il Chieri. Tante le occasioni (clamorosa la traversa di Corsini) prodotte dalla squadra di Marco Didu, che dalla panchina le prova davvero tutte, chiudendo il match con uno spregiudicato 3-4-3. Al 4′ di recupero arriva il meritatissimo 2-2 realizzato dagli undici metri da un glaciale Giuseppe Ponsat, e poco dopo due cartellini rossi sventolati in faccia a D’Iglio e D’Ippolito che hanno fatto arrabbiare non poco Didu: “L’arbitro non l’ha gestita nella maniera giusta – le prime parole del nostro tecnico a fine gara – Il caos finale non è stato innescato da noi. Posso capire l’amarezza finale della Lavagnese, ma certamente D’Iglio e D’Ippolito non hanno litigato tra di loro e qualcosa è anche dalla loro parte”.
Didu si sofferma poi sull’andamento del match e sugli ultimi due impegni: “Volevamo accorciare sulla zona playoff e alla fine ci siamo riusciti con questo pareggio. Oggi avevo chiesto ai ragazzi la prestazione e c’è stata. I primi 20’ di oggi sono stati veramente importanti. Peccato per quel calcio d’angolo da cui è nato l’1-1 e soprattutto per la successiva ripartenza concessa che ci è costata il 2-1. Abbiamo patito il contraccolpo del pareggio e la gara si è complicata. Quando si smette di aggredire in avanti, l’avversario può prendere campo e fiducia. Fino a quando staremo insieme, lavoreremo per migliorare la lettura di queste situazioni. I playoff? La matematica dice che siamo ancora in gioco anche se abbiamo gare non facili contro Novara e Gozzano. Però abbiamo le chances di giocarci qualcosa di importante. L’assenza di D’Iglio? Beppe sta facendo un finale di stagione in crescendo, ma a questo punto del campionato i valori, nella gara singola, contano fino ad un certo punto”.
Chiosa, infine, sul ritorno di Alvitrez: “È un paio di settimane che si allena con il gruppo. Ha lavorato davvero tanto per rientrare. I test sono positivi, lui si sente bene, ma ci vuole tempo. Oggi ha riassaporato il clima partita, vediamo come reagirà alla prossima settimana di allenamenti e poi decideremo cosa fare”.

LAVAGNESE-CHIERI 2-2
ARBITRO: Virgilio di Agrigento (De Capua-Isidora).
RETI: 25′ Balan (C), 28′ Casagrande (L), 32′ Oliveri (L), 49′ st Ponsat su rig. (C).
LAVAGNESE: Bellesolo, Crivellaro, Casagrande, Avellino, Ben Nasr, Gatelli, Oliveri, Romanengo, Valenti, Lombardi, Rovido.
A disp. Boschini, Orvieto, Buffo, Amerise, Amendola, Canova, Croci, Scarlino, D’Arcangelo.
All. Nucera.
CHIERI: Edo; Calò, Conrotto, Ferrando (44′ st Poppa), Renolfi (20′ st Ciccone); Balan (30′ st D’Ippolito), Bove (26′ st Varvelli), D’Iglio; Foglia, Ponsat, Corsini.
A disp. Gragnoli, Capra, Fioccardi, Modesti, Alvitrez.
All. Didu.
NOTE: ammoniti D’Iglio, Conrotto, D’Ippolito (C), Bellesolo, Crivellaro, Casagrande, Gatelli (L). Espulsi al 50′ st D’Iglio e D’Ippolito (C).