All in per le ultime due

Una robusta dose di sfortuna, una punizione di Gagliardi e le incredibili parate del portierino Bohli rovinano un match fondamentale per il Chieri, che a tre giornate dalla fine del campionato cercava altri punti per uscire dalla zona playout, ospitando a Gassino la Sanremese. I liguri portano a casa tre punti e sono matematicamente salvi, mentre gli azzurri si giocheranno il tutto per tutto nelle due sfide che rimangono con le ultime della classe.

LA PARTITA

In avvio è di scena la classica fase di studio. Con il passare dei minuti, i padroni di casa cercano soprattutto di appoggiarsi ai muscoli di Diop, che fa da subito a sportellate con il solido ed esperto centrale Bregliano con risultati alterni, e alle iniziative individuali di Vono sulla sinistra. Meno dentro al gioco Milosevic, che fatica di più a trovare la posizione. La prima vera palla gol è per il Chieri: volata di Bacchin, che vince un contrasto e si presenta al limite dell’area di rigore per la conclusione su cui Bohil si impappina riuscendo però ad evitare che la sfera gli passi sotto fermandola proprio sulla linea di porta. Poco dopo, bella iniziativa del tridente del Chieri: Milosevic trova Diop, il quale manda in porta Vono: la conclusione del numero 10 supera il portiere, ma sulla linea salva Lordkipanidze prima che il guardalinee alzi la bandierina vanificando tutto. La risposta della Sanremese è una percussione di Vassallo, che arriva pericolosamente a pochi passi da Virano prima di vedersi sporcato il pallone in corner. Sulla battuta dalla bandierina, colpo di testa pericolosissimo di Nenci che chiama Virano ad una miracolosa deviazione a mano aperta. Poco dopo la mezz’ora calcio di punizione alto di poco per Zenuni, ma prima del riposo arriva il vantaggio della Sanremese come un fulmine a ciel sereno: azione personale straordinaria di Larotonda, che percorre 40 metri palla al piede prima di venire steso al limite dell’area prima di poter tentare la conclusione. Punizione dalla lunetta e posizione ideale per lo specialista Gagliardi, che infila alle spalle di Virano con un tiro di precisione che passa sopra la barriera. Gli ultimi due minuti del primo tempo sono tutti di marca Chieri, con ben tre occasioni: al 43’ un tiro cross di Vono deviato nettamente da Nenci che per poco non beffa Bohil, che si fa trovare pronto con un grande intervento, e due minuti più tardi il giovane portiere della Sanremese è di nuovo decisivo su un tiro cross quasi dalla linea di fondo da parte di Bacchin. Infine una gran botta di Da Silva al 46’, che si spegne di poco sul fondo.

Nella ripresa si riparte senza cambi, e il primo squillo di un quarto d’ora iniziale dove sono i padroni di casa a farsi preferire è un destro fuori di poco di Palmiere, seguito poco dopo da una deviazione di Zenuni su botta da fuori di Da Silva che per poco non vale l’1-1. Chieri che continua a spingere sempre di più con il passare dei minuti, la Sanremese fatica a uscire e al 22’ un colpo di testa di Diop su cross di Bacchin finisce di un soffio sopra la traversa. Ma la vera palla per il pareggio la salva Bohli su Milosevic al 34’, quando l’attaccante colpisce di testa dal cuore dell’area su cross da palla inattiva di Vono tronando una risposta strepitosa dell’estremo difensore ligure. Al 49’ ancora una parata salva-risultato di Bohli, di nuovo da palla ferma e stavolta su Diop che arriva da due passi a deviare verso la porta dopo una deviazione trovando l’uscita a valanga del portiere ligure che gli nega la gioia del gol. La delusione a fine gara è palpabile, soprattutto dopo un secondo tempo giocato a una sola porta ma senza trovare il guizzo giusto negli ultimi 20 metri. L’analisi del tecnico Ernesto Gabriele è breve, quanto efficace: «Questo è un risultato che complica un po’ il nostro cammino, non ci voleva e c’è poco da commentare. Dovevamo per forza fare punti, ma non ci siamo riusciti. Questo perché qualcosa sicuramente è mancato, ma sono certo che se avessimo fatto il primo tempo come il secondo non staremmo qui a parlare di una sconfitta. Praticamente non abbiamo subito tiri in porta a parte la punizione del gol, mentre in almeno tre occasioni è stato decisivo il loro portiere con delle grandi parate». In giornate del genere c’è poco da fare, semplicemente la palla ha deciso di non entrare nella porta dei liguri. Ora però testa alle ultime due sfide: con PDHAE e Borgosesia è tempo di all in.

IL TABELLINO

CHIERI-SANREMESE 0-1
RETI: 36′ Gagliardi.

CHIERI (3-4-1-2): Virano, Moretti (44′ st Balan), Diop, Vono, Bacchin, Da Silva, Marianeschi (25′ st Catarino Venancio), Palmiere (32′ st Capra), Milosevic, Croce, Zenuni.
A disp.: Faccioli, Massaro, Sussetto, Valentini, Ciociola, Bellocchio.
All. Gabriele.

SANREMESE (3-5-2): Bohli, Bregliano, Nenci, Ibe, Gagliardi, Rocco (5′ st Di Fino), Lordkipanidze, Cesari (19′ Pietrelli), Larotonda, Vassallo (30′ st Santonocito), Incorvaia.
A disp.: Ferro, Salto Lomba, Farrauto, Spatari, Conti.
All. Gori.

AMMONITI: Catarino Venancio (C), Croce (C), Larotonda (S).