Ti trovi in: Juniores Nazionale

L’Under 19 cade 4-3 a Bra: il gol decisivo arriva al 90′

L’Under 19 cade 4-3 a Bra: il gol decisivo arriva al 90′

Qualche assenza, la difficoltà nell’assimilare un nuovo modo di stare in campo che comporta di conseguenza alcuni errori e una sorte non proprio benevola per condire il tutto. Riassumendo c’è un po’ di tutto questo nelle ultime due sconfitte del Chieri di Marco Pecorari.
Contro il Bra gli azzurri partono bene. Dopo il botta e risposta in due minuti di Rossi e Sia, il Chieri va al riposo in vantaggio grazie alla rete di Nania. Doccia fredda alla ripresa con il 2-2 firmato da Turano. Ma non passano che altri 2’ che l’Under 19 azzurra torna avanti con il rigore trasformato da Morone. Tuttavia i continui saliscendi di questo avvio di stagione non sono ancora archiviati. Il Bra pareggia con Diop al 17’ e quando la partita sembra finita trova pure la rete della vittoria con Giacca.
Per la quinta volta in altrettante giornate il Chieri riesce a segnare almeno tre reti (alla seconda contro l’Inveruno i gol furono addirittura sette) per un totale di 19, ma è il bilancio di quelli incassati che non va ancora bene: 15.
Nessun dramma, siamo solo all’inizio dell’avventura e la crescita avvenuta nel corso delle passate stagioni rappresenta una garanzia. Appuntamento a sabato prossimo al Rosato contro il Verbania. Dalla 6ª alla 10ª il Chieri giocherà tre gare tra le mura amiche: una bella opportunità per ripartire e cercare di recuperare terreno sulle prime posizioni.

BRA-CHIERI 4-3
Arbitro: Barberis di Torino (Mulassano di Cuneo e Stetco di Bra).
RETI: 4’ Rossi (C), 6’ Sia (B), 39’ Nania (C), st 2’ Turano (B), 4’ Morone su rig. (C), 17’ Diop (B), 45’ Giacca (B).
BRA (4-3-1-2): Giaccardi, Magnaldi (41’ st Leanza), Masina, Perovic, Alì, Tavella (1’ st Turano), Mastropietro (1’ st Marchisone), Giacca, Tabone (15’ st Mariello), Diop (46’ st Catania), Sia.
A disp. Scivoli, Armenio, Costanzo, Bacco.
All. Pisano.
CHIERI (4-4-2): Gennaro, Martello A., Bruno, Mastrandrea, Tafaro, Bellocchio, Nania (30’ st Mingrone), Di Lorenzo, Rossi (11’ st Sbriccoli), Ozara (21’ st Barbero), Morone (43’ st Appendino).
A disp. Baldi, Gai, Calindro, Gervasio, Ragusa.
All. Pecorari.
NOTE: ammoniti Masina, Sia, Mariello (B), Bellocchio, Di Lorenzo, Morone (C). Espulso Sia al 48’ st. Ammonito il tecnico Pisano (B) al 22’ st.

Under 19: poco da salvare nel 3-6 contro il Milano City

Under 19: poco da salvare nel 3-6 contro il Milano City

Qualche segnale si era intravisto nell’esordio a Lavagna e nell’ultimo 3-3 contro il Borgosesia. Se già due indizi fanno una prova, il terzo non si può proprio sottovalutare. L’Under 19 azzurra perde male lo scontro diretto con il Milano City 6-3, dopo aver recuperato fino al 3-4 per poi cedere di schianto nel finale.
11 gol subiti in quattro gare, sovente per disattenzioni individuali, rappresentano un campanello d’allarme ampiamente gestibile – siamo solo agli inizi di ottobre – e in qualche modo preventivabile. Contro il Milano City, il Chieri è sceso in campo con otto 2002 e un 2003 (i 2001 erano solo Tafaro e Ozara), con gli avversari che schieravano invece due 2000, quattro 2001, quattro 2002 e un 2003. Insomma, squadra di talento ma giovane e che quindi deve ancora assimilare il salto di categoria in un campionato in cui gli errori si pagano tutti e a caro prezzo.
“Abbiamo sbagliato davvero tanto, nulla da salvare” si lascia scappare Marco Pecorari a fine gara. Due gol subiti in 4’ sia nel primo tempo che nella ripresa sono sintomo di una squadra con poco equilibrio o troppo poco attenta.
Unica nota positiva la sensazione suffragata dai fatti che in chiave offensiva la Juniores Nazionale azzurra sa colpire e con una certa frequenza. 16 gol realizzati nelle prime quattro giornate ne sono la testimonianza. Ora tuttavia serve una svolta sul tema della compattezza e della solidità a partire dalla difficile trasferta contro il Bra di sabato prossimo.

CHIERI-MILANO CITY 3-6
ARBITRO: Calzolari di Albenga (Giuliano e Scala di Nichelino).
RETI: 20’ Rinaldi (M), 24’ Ceruzzi (M), 40’ Barcellona (C), 4’ st Celichini (M), 10’ Martello A. aut. (C), 18’ Morone (C), 29’ e 33’ Magiariello (M), 30’ Bruno (C).
CHIERI (4-4-2): Baldi, Martello A., Tafaro, Mastrandrea (1’ st Nania), Pavia (6’ pt Calindro), Guariento (24’ st Bruno), Mingrone (11’ st Appendino), Gervasio, Barcellona (14’ st Rossi), Ozara, Morone. A disp. Bellomo, Barbero, Ragusa, Tollardo.
All. Pecorari.
MILANO CITY (4-3-3): Zini, Giurato, Perpignani, Volta (28’ st Bove), Traina, Lombardi (48’ st Soliman), Rinaldi (38’ st Migliarotti), Alfarone, Celichini, Patera (19’ st Drenica), Ceruzzi (16’ st Magiariello).
A disp. Giardelli, Imparato, Kane.
All. Porro
NOTE: ammoniti Gervasio, Ozara (C), Traina, Ceruzzi (M). Calci d’angolo 10-2.

Under 19: a Borgosesia finisce 3-3

Under 19: a Borgosesia finisce 3-3

Tredici gol in tre partite danno la misura del potenziale offensivo della Juniores di Marco Pecorari. Ma l’avvio nella prima giornata contro la Lavagnese e la parte finale del primo tempo nella gara di oggi contro il Borgosesia fanno anche emergere alcune disattenzioni che in questa categoria si pagano a caro prezzo. Alla fine finisce 3-3, con Mingrone protagonista del gol del pareggio e Guariento, classe 2003, abile ad entrare a gara in corso e a chiudere la serranda in difesa. Peccato per quelle due reti che avevano vanificato il vantaggio degli azzurri: “Sono stati cinque minuti di ordinaria follia – racconto Marco Pecorari – Non abbiamo fatto una prestazione straordinaria. Diciamo che portare a casa un pareggio in casa del Borgosesia non è male, soprattutto per come si era messa la partita”.
Dove bisogna migliorare?
“Nell’attenzione. Paghiamo ancora molti errori individuali che dobbiamo limitare. Se negli allievi facevi tre errori in una partita, prendevi se ti andava male un gol.  Nella Juniores nazionale invece li subisci tutti e tre. I ragazzi devono fare ancora questo salto mentale. Errori ce ne saranno sempre, ma quelli evitabili perché arrivano da situazioni di facile lettura vanno eliminati”.
Gli aspetti positivi non mancano: la squadra segna e dimostra di reagire alle difficoltà
“Sono soddisfatto della fase offensiva anche se dobbiamo crescere anche in qui. Sul 3-3 potevamo vincere come perdere. La mentalità nel volerla vincere è giusta, ma alcune scelte vanno perfezionate.  Ed è vero che la squadra ha dimostrato di saper reagire. Qualche buona giocata l’abbiamo fatta e quando è successo abbiamo creato i presupposti per segnare. Dobbiamo però dare più continuità alle giocate che prepariamo durante la settimana”.
Oggi c’è stata anche l’ottima prestazione di un difensore centrale classe 2003…
“Sono molto contento della prova di Guariento. Ha giocato tutta la ripresa ed è entrato su una situazione di punteggio non facile. Eppure ha fatto benissimo”.
Oggi in rosa avevi infatti quattro 2003. Quando si svuota l’infermeria?
“In settimana recuperiamo Sbriccoli e Pavia. Per quanto riguarda Conti e Barbero dovremo valutare nei prossimi giorni”.

 

BORGOSESIA-CHIERI 3-3
RETI: 23’ Panariello (B), 27’ Mosagna (C), 34’ Mingrone (C), 36’ Monteleone (B), 37’ Bernardo (B), st 11’ Mingrone (C).
BORGOSESIA: Xausa, Rastello Russo, Pettinaroli, Pirrello, Mussa, Monteleone, Iannaccone, Tagliapietra, Bernardo, Dappiano. A disp. Gavioli, Baioni, Bellan, Fila, Ippolito, Benincasa, Panariello, Renda.
All. Prelli.
CHIERI: Gennaro, Calindro,, Tafaro, Mastrandrea, Martello A., Mosagna, Nania, Morone, Barcellona, Gervasio, Mingrone. A disp. Baldi, Bruno, Guariento, Martello S., Ragusa, Laneve, Appendino, Savio, Rossi
All. Pecorari.

 

Under 19 sette bellezze: travolto l’Inveruno

Con quattro gol in sei minuti (dal 35’ al 41’) e altri tre sparsi tra il primo e il secondo tempo, il Chieri strapazza l’Inveruno e dà seguito al successo sulla Lavagnese della prima giornata. Dopo il vantaggio di Morone, gli azzurri si scatenano nella parte finale della prima frazione con gli scatenati Nania e Sbriccoli. Il primo realizza la sua doppietta in sei minuti, il secondo fa addirittura meglio andando a segno due volte in tre minuti, Nella ripresa Mingrone e Conti hanno impreziosito il bottino.
Giornata davvero speciale per Massimo Pecorari. Il tecnico dell’Under 19 infatti ha festeggiato il suo compleanno ricevendo in cambio due “regali”: il successo con la sua Juniores e il gol decisivo realizzato da Simone De Riggi in Serie D. Dopo la rete di Di Sparti in Coppa Italia, quella di Simone contro il Seravezza è il secondo centro di un giocatore dell’Under 19 della scorsa stagione, quella arrivata ad un passo dal tricolore. Crescere giocatori e portarli in Prima squadra: a Chieri funziona così.

CHIERI-INVERUNO 7-0
ARBITRO: Borello di Nichelino (Gallo-Scala).
RETI: 8’ Morone, 35’ e 41’ Nania, 36’ e 38’ Sbriccoli, st 14’ Mingrone su rig., 45’ Conti.
CHIERI: Baldi, Calindro, Tafaro, Ozara, Martello, Mosagna, Nania (6’ st Mingrone), Morone (1’ st Conti), Barcellona (15’ st Rossi), Di Lorenzo (31’ st Ragusa), Sbriccoli (40’ pt Appendino). A disp. Bellomo, Bruno, Mastrandrea, Gervasio.
All. Pecorari.
INVERUNO: Castiglione, Bevilacqua (1’ st Castellaz), Russo, Campo (40’ pt Frigerio), Diouck, Caldiroli (31’ st Naggi), Perotta (15’ st Gianforti), Mirelli, Bertini, Lo Monaco, Decillis. A disp. Grolla.
All. Anania.
NOTE: ammoniti Appendino (C), Castiglione, Bevilacqua, Russo (I). Calci d’angolo 4-3.

Settore giovanile: le gare del week end

Settore giovanile: le gare del week end

Tornano in campo le formazioni del Settore giovanile azzurro. Il bilancio della prima giornata racconta di tre vittorie e due pareggi. Dopo un avvio che avrebbe mandato al tappeto diverse squadre (sotto 2-0 dopo 9′ contro la Lavagnese), l’Under 19 di Marco Pecorari ha ribaltato la sfida e portato a casa tre punti e un bel po’ di convinzione molto preziosi.
Quest’oggi sul campo del Rivoli, la Juniores nazionale si troverà di fronte l’Inveruno, che è reduce dal ko casalingo contro il Milano City (1-3).
L’Under 17 (domenica 22 alle 11:15) farà invece visita al Bacigalupo dopo il roboante 9-0 inflitto al Cit Turin con cui ha aperto la propria stagione ufficiale. Trasferta insidiosa per l’Under 16 (sabato 21 alle 16) contro l’Arquatese: obiettivo trovare il primo successo dopo il pareggio contro il Mirafiori. Esordio in casa invece per l’Under 15 (domenica 22 alle 18:30) contro il Bacigalupo con la consapevolezza di dover dare continuità dopo il successo esterno nella prima giornata in casa del Cit Turin (1-3). Desiderio di rivalsa per l’Under 14 (fermata la scorsa settimana sul campo Mirafiori) nel Monday Night contro il Cenisia.

PROGRAMMA COMPLETO DEL SETTORE GIOVANILE

SABATO 21/9 16:00 / JUNIORES NAZIONALE 2ª giornata • CHIERI-INVERUNO (Via Isonzo 35 – RIVOLI)
DOMENICA 22/9 11:15 / ALLIEVI (U17) 2ª giornata • BACIGALUPO-CHIERI (Via Bossoli 76 – TORINO)
SABATO 21/9 16:00 / ALLIEVI FB (U16) 2ª giornata • ARQUATESE VALLI BORBERA-CHIERI (Via Arzani – CASSANO SPINOLA (AL)
DOMENICA 22/9 18:30 GIOVANISSIMI (U15) 2ª giornata • CHIERI-BACIGALUPO (Via Andezeno 76 – CHIERI)
LUNEDI’ 23/9 19:30 GIOVANISSIMI FB (U14) 2ª giornata • CHIERI-CENISIA (Via Andezeno 76 – CHIERI)

Under 19 buona la prima: rimonta due gol e sbanca Lavagna

Under 19 buona la prima: rimonta due gol e sbanca Lavagna

Iniziare un campionato selettivo come quello della Juniores nazionale e trovarsi sotto 2-0 dopo nove minuti: fatto. Per tutto il resto c’è la qualità, la preparazione e la determinazione dei ragazzi di Marco Pecorari. L’Under 19 sbanca Lavagna rimontando due gol di scarto con una prestazione di alto livello e con le reti di Nania (doppietta, è lui il match winner) e di Di Lorenzo.
La Lavagnese piazza un uno-due tremendo con Bei (abile ad approfittare di un errore di Gennaro) e Demetri (sugli sviluppi di una palla inattiva). Due episodi, è vero, ma comunque a volte le sberle possono servire. Infatti da qual momento il Chieri, nel suo consueto vestito (il 4-3-3), inizia a prendere di petto la partita. Ritmo, pressing alto, tridente imprevedibile e sempre in movimento: i padroni di casa barcollano. Nania accorcia al 15’ e Di Lorenzo pareggia poco prima dell’intervallo. Dopo appena 11’ della ripresa Nania completa la rimonta e consente all’undici di Pecorari di mettere la freccia.
“Forse quei due gol iniziale sono serviti per scrollarci di dosso quella tensione tipico dell’esordio – analizza a fine gara Marco Pecorari – Ad eccezione di quei minuti, abbiamo fatto molto bene, pressandoli alti e restando concentrati fino alla fine. I ragazzi sono stati molto bravi, hanno dato tutto tenendo anche un ritmo altissimo e questo significa che stanno bene. Sono soddisfatto, perché venir fuori da una situazione come quella non era semplice, anche perché la Lavagnese è una squadra ostica. Anche sul 3-2 non ci siamo difesi e abbiamo avuto altre occasioni. Il girone? Dai risultati di oggi la sensazione è che non ci siano squadre di terza fascia ma tutte compagini attrezzate per fare bene”.

LAVAGNESE-CHIERI 2-3
ARBITRO: Bresciani di Chiavari (Berretta – Selmi).
RETI: 4’ Bei (L), 9’ Demetri (L), 15’ Nania (C), 41’ Di Lorenzo (C), st 11’ Nania (C).
LAVAGNESE: Ventura, Ferrari, Scorza (38’ st Rustichelli), Demetri, Mannucci, Mutti, Binai, Banabbi (20’ st Pantini), Bellucci, Bei, Raffo (16’ st Orlando). A disp. Palma, Papini, Lauro, Ghersi, Farina, Spaho.
All. Barilari.
CHIERI: Gennaro, Martello (7’ st Calindro), Tafaro, Mastrandrea (12’ Mingrone), Mosagna, Pavia, Nania, Di Lorenzo (23’ st Barbero; 38’ Gervasio), Sbriccoli (25’ st Rossi), Ozara, Morone. A disp. Baldi, Bruno, Conti, Appendino.
All. Pecorari.
NOTE: ammoniti Gennaro, Gervasio (C), Ventura (L).