Ti trovi in: Calcio a 5 Femminile

Tornano in campo le ragazze del Calcio a 5 femminile

Tornano in campo le ragazze del Calcio a 5 femminile

Real Canavese – AC Chieri 7-0

Il Campionato di serie C calcio a 5 femminile è tornato protagonista ieri a Caluso. Dopo una lunga pausa, le ragazze hanno preso parte al match contro il Real Canavese di mister Morrone, partita valida per l’ultima giornata del girone di andata. Un buon Chieri non è bastato a contenere le ragazze del Real che consolidano così il secondo posto in classifica. Partita archiviata e testa alla prossima gara del 4 febbraio contro lo Sportiamo.

 

Stefano Perissinotto e Giorgio Follini, amici del Chieri!

Stefano Perissinotto e Giorgio Follini, amici del Chieri!

Le strutture del “Pavia” e del nuovo centro sportivo “Roberto Rosato” si arricchiscono grazie a Stefano Perissinotto e Giorgio Follini, amici del Chieri protagonisti di due bellissimi gesti.

Stefano Perissinotto, della General Matic (azienda che si occupa delle gestione di distributori automatici, già sponsor del Chieri), ha installato a sue spese un depuratore dell’acqua.
«Ho giocato una vita a pallone, so cosa vuol dire riempire le borracce nei rubinetti con acqua non sempre in buone condizioni – spiega Stefano Perissinotto – Da qui l’idea di installare al “Pavia” un sistema di filtraggio, in modo che gli atleti abbiano in borraccia un’acqua certificata e con valori migliori».

Giorgio Follini ha invece scelto un altro modo per aiutare il Chieri, donando al club un trattore multiuso e un nuovo impianto audio.
«Sono arrivato al Chieri 40 anni fa su invito di Piero De Paoli che mi chiamò per giocare nella Juniores. Da allora ho il Chieri nel cuore – spiega il “Chieri Forever” Giorgio Follini, che del Chieri è stato calciatore anche in prima squadra, segretario, dirigente e tutt’oggi è arbitro nelle giovanili – Credo profondamente nei progetti della famiglia Gandini, nel nuovo centro sportivo, nella valorizzazione dei ragazzi, in tutte le persone che a vario titolo collaborano con il Chieri. È un progetto che sento anche mio, e in qualche modo ho voluto dare il mio piccolo contributo».

Se gli amici che hai accanto sono una misura di quello che fai, gesti spontanei come quelli di Stefano Perissinotto e Giorgio Follini danno al Chieri la certezza di essere sulla strada giusta.